Archivi tag: cambi di gruppo

Mario Mauro torna in Forza Italia e i cambi di gruppo arrivano a 450

Dopo 4 anni da girovago, il senatore rientra in Forza Italia. È il suo terzo cambio di casacca dalle politiche del 2013. Eletto con Scelta civica, l’ex ministro della difesa del governo Letta è passato in due altri gruppi prima di tornare nel movimento di centrodestra. Continua a leggere

Democratici e progressisti, nuovo gruppo ed ennesimo giro di valzer

I fuoriusciti dal Pd e da Sinistra italiana formalizzano la nascita di Democratici e progressisti. Il numero di cambi di gruppo da inizio legislatura sale a quota 447. Ben 310 parlamentari (il 32,74%) hanno cambiato casacca almeno una volta dalle ultime elezioni. Continua a leggere

I cambi di gruppo sono aumentati del 50% rispetto alla scorsa legislatura

Ce ne sono stati 261 tra 2008 e 2013, mentre dalle ultime elezioni se ne contano già 396. Centro e centro destra protagonisti principali del valzer parlamentare. Tra rotture e scissioni, molto poco rimane delle liste elettorali per cui gli italiani hanno votato. Continua a leggere

Divorzi politici e cambi di gruppo: la fine dell’alleanza centrista

Il terremoto politico che ha colpito il nostro paese ha prodotto l’ennesimo giro di valzer in parlamento. Finisce così l’alleanza nata per le elezioni europee del 2014 fra il Nuovo centrodestra e l’Unione di centro. Con il risultato di far registrare altri 4 cambi di gruppo a Montecitorio. Continua a leggere

Zaccagnini al terzo cambio di gruppo da inizio legislatura

Eletto con il Movimento 5 stelle, Adriano Zaccagnini porta il totale dei cambi di casacca a quota 363. L’onorevole torna al misto, gruppo in cui aveva già militato a giungo del 2013. Sinistra italiana – Sinistra ecologia e libertà perde un altro pezzo: i membri rimasti sono ora 31. Continua a leggere

Zanetti lascia Scelta civica, in un parlamento sempre più confuso

Sono 34 i deputati che da inizio legislatura hanno lasciato il gruppo di Scelta civica alla camera. Con la compagine al senato sciolta da tempo, continua il declino del movimento creato da Mario Monti. La scelta di Zanetti, attuale segretario, è destinata però a lasciare il segno.  Continua a leggere