Studio di VoteWatch, ecco gli europarlamentari italiani più influenti

Nella top 5 dell’europarlamento ben 3 italiani: Tajani, Pittella e Gualtieri. In generale il nostro paese assieme alla Germania risulta essere il più influente nel parlamento di Bruxelles. I risultati dell’ultima pubblicazione di VoteWatch Europe.

VoteWatch Europe è un organizzazione basata a Bruxelles che fornisce utili strumenti per monitorare l’attività del parlamento europeo e del consiglio europeo. Attraverso la piattaforma votewatch.eu è possibile tenere traccia di tutte le votazioni e documenti presentati, come anche analizzare le schede personali dei singoli eurodeputati. Funzionalità molto simili a quelle di openparlamento, come lo è anche la recente pubblicazione dedicata ai parlamentari più influenti.

A differenze dell’indice di produttività parlamentare realizzato da openpolis, non viene tracciata l’abilità dei deputati di essere produttivi, bensì la loro capacità di influenzare il dibattito. Un dato che esprime a pieno il livello di potere nelle dinamiche parlamentari, senza però entrare nel merito delle azioni specifiche. Non è un giudizio su quanto fatto, ma su quanto possibilmente si può fare.

Proprio per questo motivo la variabile che più influenza il punteggio totale è quella dei ruoli. Più incarichi e mansioni ha un europarlamentare, più sarà alto il suo potere di influenzare il dibattito. Presidente del parlamento europeo, presidente di commissione, capogruppo e l’essere nominato relatore sono fra gli elementi che più alzano il punteggio. Fra le altre variabili, che hanno un peso notevolmente inferiore, le più significative sono: tasso di partecipazione alle votazioni, numero di emendamenti presentati e numero di mandati.

In cima alla classifica c’è un italiano: Antonio Tajani, europarlamentare di Forza Italia e presidente del parlamento europeo. Subito dietro troviamo a pari merito Manfred Weber, capogruppo tedesco del Ppe, e Gianni Pittella, parlamentare del Partito democratico e capogruppo dei socialisti (S&d).  Nella top5 troviamo anche Guy Verhofstadt, capogruppo belga dell’Alde, e Roberto Gualtieri, eurodeputato del Pd presidente della commissione affari economici e monetari.

A livello nazionale, Italia e Germania sono i due paesi con più capacità di influenzare le dinamiche del parlamento europeo. Questo perché da un lato l’Italia nel Pse (S&d), dall’altro la Germania nel Ppe, hanno le delegazioni più numerose, fattore che favorisce l’ottenimento di ruoli chiave. Più dietro gli altri grandi paesi europei: Francia, Regno Unito e Spagna.

La top10 dei 73 europarlamentari italiani vede una predominanza di deputati del Partito democratico, ben 8 su 10, dovuto anche alla maggiore consistenza della delegazione dem a Bruxelles. Oltre ai già menzionati Pittella (2°su 73) e Gualtieri (3°), troviamo: Nicola Danti (4° su 73), Patrizia Toia (5°), David Sassoli (7°), Simona Bonafè (8°), Alessia Mosca (9°) e Silvia Costa (10°). Le altre due posizioni sono occupate da Tajani, in prima posizione, e Giovanni La Via (6°) di Alternativa popolare. Le ultime 10 posizioni invece vedono 3 deputati dalle Lega (Angelo Ciocca 73° su 73, Mario Borghezio 72° e Mara Bizzotto 70°), 2 di Conservatori e riformisti (Remo Sernagiotto 71° e Raffaele Fitto 66°) 2 di Forza Italia (Alberto Cirio 67° e Stefano Maullu 65°), uno del Pd (Enrico Gasbarra 64°), uno del Movimento 5 stelle (Giulia Moi 68°) e uno dell’Unione di centro (Lorenza Cesa 69°).

Ecco il posizionamento nella classifica italiana di alcuni dei nomi più conosciuti tra i nostri 73 eurodeputati: l’ex sindaco di Bologna Cofferati (18° su 73 ), gli ex ministri Kyenge (35° su 73) e Zanonato (43°), il leader della Lega Salvini (44°) e Alessandra Mussolini (59°).

Raggruppando i singoli partiti del nostro paese presenti a Bruxelles, il Partito democratico è quello con la media più alta (22,28) seguito da Forza Italia (19,12) e Movimento 5 stelle (17,86). Più dietro Articolo 1 – Mdp (14) e Lega nord (9).

VoteWatch.eu: nasce nel 2009 nel corso della campagna elettorale per il parlamento europeo. Lo scopo di VoteWatch è quello di rendere più accessibile e comprensibile l’importante lavoro di due istituzioni: il parlamento europeo e il consiglio europeo. Pubblica regolarmente analisi, fornisce informazioni su tutte le votazioni del consiglio europeo e del parlamento europeo, come anche schede personali per le attività di tutti gli europarlamentari.  

Per approfondire: