Elezioni europee: i programmi contano sempre meno

Manca meno di un mese alle elezioni del Parlamento Europeo. Sapete già per chi votare? Il grande giorno si avvicina ma sono ancora pochi i partiti che hanno presentato un programma elettorale: cosa significa?

Con le elezioni per Bruxelles alle porte, è giunto il momento di capire chi e come votare. Mai come quest’anno, visti gli scossoni in Parlamento, è diventato difficile capire chi mandare al Parlamento Europeo.

Volendo dare il proprio voto in maniera informata e consapevole, è utile dare uno sguardo ai diversi programmi elettorali dei partiti.  

Delle 10 liste principali (Partito Democratico, Forza Italia, Ncd-Udc, Fratelli d’Italia, Lega Nord, Movimento 5 Stelle, L’Altra Europa, Italia dei Valori, Scelta Europea e i Verdi) sono molto poche quelle che hanno buttato giù un vero e proprio programma elettorale.

M5S e Scelta Europea hanno dei brevissimi bullet point programmatici. Partito Democratico, Verdi e L’Altra Europa (Sel) si sono limitati a tradurre il manifesto elettorale della coalizione europea di riferimento (Pse nel caso del Pd, European Green Party per i Verdi e il movimento a sostegno di Alexis Tsipras per Sel).

Per quanto riguarda il centro destra, non c’è traccia di programma elettorale sui siti di Forza Italia, Fratelli d’Italia e Ncd-Udc, lasciando molti elettori in balia di singoli proclami dei vari candidati.

L’unico partito che ha presentato un vero e proprio programma elettorale è l’Italia dei Valori, lista fuori dai giochi politici che contano da un po’ di tempo, in cerca di nuove vittorie elettorali.

Anche i nomi dei programmi lasciano un po’ desiderare: da “Europei non tedeschi” dell’Idv, a “Verso una nuova Europa” del Pse. I tre partiti di centro destra senza programma, cercano di rimediare con dei nomi ad affetto: “In Europa alza la testa” (Fratelli d’Italia), “Più Italia in Europa, meno Europa in Italia” (Forza Italia), e “In Europa prima l’Italia” (Nuovo Centrodestra).

Tanti slogan, e pochi programmi elettorali. Scelta certamente discutibile, che lascia molti elettori in balia delle tante dichiarazioni giornaliere. A breve il lancio di VoiSieteQui 2014 per le Elezioni del Parlamento Europeo, potrà forse aiutare nel posizionamento elettorale e in un voto più consapevole.