Donne al comando, pochi i Capi di Stato nell’Unione Europea

Nell’Unione Europea, solamente 5 dei 28 Stati Membri hanno una donna come Capo di Stato. Tra Monarchie, Repubbliche Parlamentari e sistemi Presidenziali, l’82% dei Paesi Ue è guidato da uomini.

Nell’andare a contestualizzare il nostro MiniDossier “Tutti gli uomini del Quirinale“, ci sembrava dovuto andare a capire chi saranno i colleghi europei del futuro Presidente della Repubblica italiana. I diversi paesi dell’Unione Europea si differenziano largamente per sistema istituzionale e per età dei Capi di Stato. Una cosa che accomuna un po’ tutto il vecchio continente però, è la mancanza di donne al potere.

Considerando i diversi sistemi istituzionali (Monarchie, Repubbliche Parlamentari e sistemi Presidenziali), l’82% dei Capi di Stato è di sesso maschile. Sono solamente 5 (17,8%) i paesi in cui una donna esercita le funzioni della più alta carica dello Stato: Croazia, Danimarca, Lituania e Regno Unito.

Nella storia repubblicana italiana non è mai stata eletta una donna al Quirinale, e nelle diverse elezioni nessun nome di donna è stato preso realmente in considerazione per diventare Presidente della Repubblica. Ad oggi, il TotoQuirinale non vede nessuna figura femminile realmente in corsa (oltre ad Anna Finocchiaro), soprattutto dopo le dichiarazioni di Emma Bonino che per problemi di salute è stata costretta a chiamarsi fuori dai giochi.

 

Schermata 2015-01-27 alle 11.56.17Per approfondimenti: