Foia4Italy: ricordiamo a Renzi gli impegni che aveva preso sul diritto di accesso

Nelle primarie della coalizione “Italia Bene Comune” Renzi prometteva il Foia anche in Italia. Diventato premier sembra essersene dimenticato. Nessun intervento nei primi 6 mesi di Governo né un impegno per i 1.000 giorni di Legislatura. Ricordiamoglielo con un tweet.

Il Presidente del Consiglio più volte si è espresso a favore dell’introduzione in Italia del Foia.

Nel Novembre 2012 si candidava a leader della coalizione di centro-sinistra:

«b. Trasparenza totale secondo il modello del Freedom of Information Act.

Qualsiasi documento, anche non ufficiale, e qualsiasi informazione inerente a qualsiasi amministrazione pubblica (con la sola eccezione dei documenti secretati con apposito provvedimento motivato) deve essere accessibile a chiunque, senza necessità di una richiesta motivata; nessun mandato di pagamento può essere efficace se non sarà disponibile on line, corredato da tutta la relativa documentazione».

Il 28 Febbraio 2014 nel discorso di insediamento del suo Governo:

«Non siamo per sottrarre responsabilità ai dirigenti, siamo per dargliele tutte; vorremmo che la parola accountability trovasse una traduzione in italiano, perché vi sono le responsabilità erariali, quelle penali e quelle civili, però non ve n’è una da mancato raggiungimento degli obiettivi, se non a livello teorico: questa, però, è una sfida di buon senso, che nell’arco di quattro anni può essere vinta e affrontata se partiamo subito e se abbiamo anche il coraggio – lasciatemelo dire – di far emergere in modo netto, chiaro ed evidente che ogni centesimo speso dalla pubblica amministrazione debba essere visibile on line da parte di tutti.

Questo significa non semplicemente il Freedom of Information Act, ma un meccanismo di rivoluzione nel rapporto tra cittadini e pubblica amministrazione tale per cui il cittadino può verificare giorno dopo giorno ogni gesto che fa il proprio rappresentante».

Ricordiamo a Renzi l’impegno che aveva preso rispondendo proprio ad un suo tweet e chiedendoli di passare subito dalle parole ai fatti.

 

 

Per approfondimenti sul Foia rimandiamo alla campagna Foia4Italy, promossa da attivisti e associazioni civiche, per introdurre in Italia una completa e moderna normativa sul diritto di accesso alla informazioni pubbliche.