Archivi tag: partito democratico

L’importanza di Democratici e progressisti al senato

Il nuovo gruppo parlamentare è composto da ex membri del Partito democratico e Sinistra italiana. Al suo interno numerose le posizioni chiave ricoperte: da membri del governo a presidenti e vice presidenti di commissione. Ma qual è il peso politico del nuovo movimento? Continua a leggere

Democratici e progressisti, nuovo gruppo ed ennesimo giro di valzer

I fuoriusciti dal Pd e da Sinistra italiana formalizzano la nascita di Democratici e progressisti. Il numero di cambi di gruppo da inizio legislatura sale a quota 447. Ben 310 parlamentari (il 32,74%) hanno cambiato casacca almeno una volta dalle ultime elezioni. Continua a leggere

I cambi di gruppo sono aumentati del 50% rispetto alla scorsa legislatura

Ce ne sono stati 261 tra 2008 e 2013, mentre dalle ultime elezioni se ne contano già 396. Centro e centro destra protagonisti principali del valzer parlamentare. Tra rotture e scissioni, molto poco rimane delle liste elettorali per cui gli italiani hanno votato. Continua a leggere

Il buio sulle spese dei partiti per il referendum costituzionale

I partiti, da destra a sinistra, sono stati impegnati per mesi nella campagna elettorale, ma qual è stato l’investimento economico? A oggi non si sa. Anche perché non ci sono chiari obblighi di rendicontazione per questo tipo di consultazione. E quelli previsti per altro spesso non sono rispettati. Continua a leggere

I 5 stelle intrappolati in parlamento

Da inizio legislatura 7 parlamentari eletti con il M5s cercano, senza riuscirci, di terminare in anticipo il loro incarico. Dimissioni sempre respinte, per alcuni anche due volte. Dalle politiche del 2013 sono 20 le tentate dimissioni per motivi personali, meno della metà sono state accettate. Continua a leggere

Sicurezza e vigili di quartiere, Fassino e Appendino dicono la loro

La sfida fra il sindaco uscente Piero Fassino (Pd), e la rappresentante del Movimento 5 stelle Chiara Appendino è alle battute finali. Fra i temi analizzati nella versione torinese di voisietequi c’è la sicurezza. Bisogna continuare oppure no l’esperienza dei vigili di quartiere? Continua a leggere