Cari sindaci, ora mantenete gli impegni presi

Durante la campagna elettorale molti candidati hanno assunto impegni precisi sul tema della trasparenza. E in particolare 15 neoeletti hanno aderito alla campagna Sai chi voti. Il monitoraggio delle azioni promesse parte subito.

Schermata 2016-06-27 alle 16.54.27

La campagna elettorale, si sa, è un po’ la piastra di Petri della promessa: un terreno di coltura ideale delle migliori intenzioni in circolazione. La promessa elettorale esiste come precisa fattispecie di impegno dalla pessima fama (per essere troppo spesso disattesa).

Eppure quanto dichiarato pubblicamente prima del voto è una responsabilità morale assunta nei confronti dei cittadini. Oggi si contano 15 neosindaci che da candidati hanno assunto precisi impegni sulla trasparenza, l’apertura e la diffusione di dati e informazioni sulle amministrazioni pubbliche a favore dei cittadini. Prima di essere eletti hanno aderito a Sai chi voti, iniziativa promossa da una rete di associazioni e attivisti tra cui openpolis. La campagna, che ha osservato i 30 comuni con più di 50mila abitanti, ha raccolto in poco tempo 100 adesioni da parte di aspiranti primi cittadini. E 15 di loro sono stati eletti.

Prima del voto si chiedeva agli aspiranti sindaci di mettere a disposizione informazioni utili ai cittadini per una scelta consapevole, innanzi tutto sul loro conto, elencando gli incarichi svolti in passato, dichiarando eventuali conflitti di interesse o l’esistenza di procedimenti penali o illeciti passati o in corso. Si forniva inoltre uno spazio dove raccogliere documenti, linkare materiale, sintetizzare i propri impegni sul tema della trasparenza. E si chiedeva ai candidati la disponibilità a impegnarsi in azioni da compiere dopo, una volta eletti, a cominciare dalla disponibilità ad adottare il metodo delle audizioni pubbliche per le nomine dei dirigenti di enti, consorzi o società partecipate dal comune.

Alcuni candidati hanno aderito parzialmente alle azioni proposte (per esempio Giuseppe Sala e Luigi De Magistris non si sono impegnati sul fronte delle audizioni pubbliche). Ma tutti gli aderenti hanno assunto l’impegno di favorire la trasparenza delle amministrazioni pubbliche. Adesso è dunque il momento di rispettare gli impegni presi. Troppo presto? La risposta è no, perché i primi passi della nuova amministrazione sono fondamentali. Per esempio si vedrà presto se, nella nomina delle giunte che è in corso proprio in questi giorni, verranno assegnate deleghe specifiche sul tema della trasparenza. E se nei piani di azione che i primi cittadini devono presentare per legge entro 45 giorni dall’insediamento della giunta ci sono iniziative concrete per favorire la diffusione di informazioni sulle azioni della pubblica amministrazione.

La campagna Sai chi voti procede adesso con il monitoraggio delle azioni promesse in campagna elettorale. E a 100 giorni dalla data di insediamento delle giunte, si tireranno le prime somme.

I 15 sindaci aderenti a Sai chi voti sono Virginia Raggi a Roma, Chiara Appendino  a Torino, Giuseppe Sala a Milano, Virginio Merola a Bologna, Luigi de Magistris a Napoli, Angela Carluccio a Brindisi, Carlo Marino a Caserta, Giovanni Moscato a Vittoria (in provincia di Ragusa), Damiano Coletta a Latina, Andrea Cassani a Gallarate (Varese), Alessandro Canelli a Novara, Pietro Romani a Rho (Milano), Ilaria Caprioglio a Savona, Davide Galimberti a Varese, e Roberto Dipiazza a Trieste.

Per approfondire:

  • haret daniale

    Buongiorno, lo scusate per questo messaggio imprevisto, ma occorre che testimonio: Se ho trovato il sorriso è grazie a questa signora CINZIA Milani da che ho ricevuto un prestito di 23.000€ per il mio progetto e due dei miei colleghi hanno anche ricevuto prestiti di questa signora senza alcuna difficoltà. Li consiglio più voi non fuorviate persone. Se volete effettivamente fare una domanda di prestito di denaro per il vostro progetto e qualsiasii altro. Pubblico questo messaggio perché signora CINZIA Milani mi ha fatto bene con questo prestito. È tramite un amico che ho incontrato ceette Dame onesto e generoso che mi ha permesso di ottenere questo prestito di denaro. Allora vi consiglio di contattarla e li soddisfarà per tutti i servizi che gli chiederete. Per ulteriori informazioni complementari provate ad unirla per mail: cinziamilani62@gmail.com