Paola Pinna, dal Movimento 5 Stelle al Pd passando per Scelta Civica

Terzo cambio di casacca per l’Onorevole eletta con Grillo. Dopo Gruppo Misto e Scelta Civica, Paola Pinna entra nel Partito Democratico di Matteo Renzi. 336° cambio di gruppo in Parlamento da inizio Legislatura. 

Ho scelto di entrare a far parte del Partito Democratico. E’ stata una scelta ponderata, e trovo quindi ingeneroso, anche se lecito, parlare di cambio di casacca. Preferisco l’espressione “completare un percorso politico lineare”, che ha sempre avuto come obiettivo l’impegno a favore del territorio.

Così inizia la lettera con cui Paola Pinna giustifica il suo passaggio al Partito Democratico. Fra le cause principali, la decisione di Scelta Civica in Sardegna, soprattutto a Cagliari, di allearsi con Forza Italia “un partito di centrodestra che ha già governato e male, un partito, declinato anche sotto forma di liste civiche civetta, che non ha nulla in comune con la mia storia”.

Giusto o meno che sia stata la scelta dell’Onorevole Pinna si tratta del terzo cambio di casacca per la deputata sarda. Eletta con il Movimento 5 Stelle, era passata al Gruppo Misto nel novembre del 2014, e poi a Scelta Civica nel marzo del 2015. Dopo quasi un anno, l’approdo nel Partito Democratico.

Salgono così a 170 i giri di valzer a Montecitorio, che aggiunti ai 166 di Palazzo Madama, portano il totale dei cambi di gruppo a 336. 248 gli eletti che nel corso della Legislatura hanno cambiato casacca almeno una volta.

Se nella scorsa Legislatura i cambi di gruppi erano poco più di 4 al mese, nell’attuale ogni 30 giorni almeno 10 parlamentari cambiano casacca. .

Per approfondimenti:

 

Dona il tuo 5xmille a openpolis