Leggi approvate, 8 su 10 sono del Governo

La produzione legislativa è per la maggior parte in mano all’Esecutivo. Delle 174 leggi approvate da inizio Legislatura solamente il 20% era di iniziativa parlamentare. Numeri e dati del Premierato all’Italiana.

All’interno del nostro ordinamento costituzionale, vari attori esercitano la funzione legislativa. Insieme al Consiglio Nazionale dell’Economica e del Lavoro, i cittadini e le regioni, sono due i veri protagonisti: il Parlamento e il Governo.

Nonostante costituzionalmente sia il primo ad essere titolare del potere legislativo, nel corso del tempo il secondo, detentore di quello esecutivo, ha fortemente ampliato il suo raggio d’azione. E’ ormai diventata una prassi infatti, che la stragrande maggioranza delle leggi approvate dal nostro parlamento siano di iniziativa del governo.

Non solo, dei migliaia dei disegni di legge che vengono depositati ogni legislatura, una percentuale bassissima diventa effettivamente legge. In media se in un mese vengono depositate oltre 180 proposte di legge, solamente 6 completamente l’iter. Le iniziative del governo hanno una percentuale di successo molto più alta rispetto a quelle dei parlamentari: 32% vs. 0,87%.

6

La produzione legislativa del nostro parlamento è evidentemente ormai in mano al governo. Delle oltre 565 leggi approvate nelle ultime due legislature infatti, ben 440 sono state presentate dai vari esecutivi che si sono succeduti. Fra i governi presi in considerazione, l’apice è stato raggiunto con il governo di Enrico Letta, periodo in cui il parlamento aveva presentato solamente l’11% delle leggi approvate.

7

Per approfondimenti:

Dona il tuo 5xmille a openpolis