Illuminazione pubblica, la spesa dei Comuni italiani

In media i grandi Comuni italiani spendono €24 pro capite in illuminazione pubblica. Guidano Palermo (unica città a spendere più di €40) , Trieste e Venezia. In fondo alla classifica Genova, Catania e Napoli.

Se la spesa media annua per la manutenzione stradale era di €65 pro capite, l’investimento dei grandi Comuni italiani per l’illuminazione pubblica è ancora inferiore. Stiamo parlando della sommatoria della spesa destinata agli impianti di illuminazione pubblica, quali i lampioni presenti sulle strade comunali. Include sia la spesa per l’acquisto dei beni necessari, che per il personale addetto alla sua manutenzione.

Il dato medio indica che i 15 Comuni più popolosi d’Italia nel 2012 spendevano circa €24 a cittadino, con solamente una città, Palermo, che superava i €40. Il capoluogo siciliano negli ultimi due anni di rilevazione ha raddoppiato l’investimento in questa voce di spesa, passando dai €20 del 2011, ai €43 del 2012. A seguire sul podio troviamo Trieste (€36,99) e Venezia (€35,41).

In fondo alla classifica troviamo invece Genova (€14,07), Napoli (€11,72) e infine Catania. La città siciliana sta portando avanti una politica di forte riduzione degli investimenti nell’illuminazione pubblica. La spesa pro capite è passata dall’essere di €42 nel 2010, a €14 nel 2011, fino ad arrivare ai €10,35 del 2012.

 

Per approfondimenti:

 

  • Giorgio Giuliani

    Ogni estate vado a Tremiti, isola di San Domino (FG) che tutte le notti si illumina con una quantità spropositata di lampioni, alimentati da una centrale elettrica privata. Come posso sapere quanto cost tutto questo? Grazie

  • Giorgio Giuliani

    Tutte le estati alle Isole Tremiti,San Domino (FG) assisto ad uno sperpero di illuminazione notturna, pagata dal comune ad una ditta privata. E’ possibile sapere il costo di questa operazione? Grazie

  • Pingback: Quanto investono i Comuni nell'illuminazione?()

  • Pingback: Soldi dalle Regioni, i Comuni che incassano di più - OpenBlog()