Le fiducie del Governo Renzi, i record sono fatti per essere superati

Dall’ XIII Legislatura in poi, l’attuale Esecutivo è quello che più ha abusato di questo strumento. Il tasso leggi approvate – fiducie chieste al Parlamento è schizzato al 77%. Prima il record era di Monti, con un tasso che era quasi la metà di quello di Renzi (45%).

Dell’infelice record del Governo Renzi abbiamo già parlato, ma tornati dalla pausa estiva le cose non sono per niente migliorate, anzi se possibile sono persino peggiorate. Se prima il tasso leggi approvate/fiducie chieste a Camera e Senato si attestava intorno al 75%, i dati parlano di un ulteriore aumento della percentuale.

Con la ripresa dei lavori a settembre, siamo arrivati a 26 leggi approvate durante il Governo Renzi, e 20 mozioni di fiducia. In poco più di un mese, le fiducie sono state tre, l’ultima delle quali sul Jobs Act proprio ieri notte.

Il tasso è salito al 77%, il che vuole dire che su 10 leggi approvate, poco più di 7 hanno avuto bisogno di un voto di fiducia. Come se non bastasse, il tutto è reso più allarmante dal confronto con i Governi precedenti. Nessuno da Prodi in poi si era leggermente avvicinato a questo numero, con il Governo Monti come lontano secondo (45%). La media, degli ultimi 11 Governi, è dell’11,63%.

 

Leggi Approvate vs. Mozioni di Fiducia

Per approfondimenti: