€800 ogni anno, le tasse che ci chiedono i Comuni

Quanti soldi diamo al Comune ogni anno? Nel 2012, fra i grandi Comuni, Venezia e Roma erano le città con più tasse e imposte, con oltre €1.000 a cittadino. La media all’anno raggiunge €800 pro capite.

Se vi siete mai chiesti quanti soldi all’anno sono spesi in tasse e imposte al Comune, openbilanci.it è lo strumento che fa per voi. Nella sezione dedicata alle classifiche, è possibile confrontare gli oltre 8000 Comuni italiani nelle varie voci di spese ed entrate.

Andando a vedere la classifica delle 15 città più popolose d’Italia, in media ogni cittadino spende quasi €800 in tasse e imposte all’anno. Un dato trainato da Venezia e Roma, nell’ordine prime in classifica, in cui la cifra supera i €1.000 pro capite. 

Per scavare un po’ di più in profondità nella questione, facciamo un dovuto distinguo. Quando parliamo di imposte, ci riferiamo ad un prelievo coattivo di ricchezza dal cittadino contribuente, che non è connesso ad una specifica prestazione da parte dell’ente comunale; viceversa le tasse vengono riscosse a fronte di uno specifico servizio di cui il cittadino ha usufruito. Nel primo caso parliamo di spese praticamente inevitabili, per esempio quella sulla casa o l’addizionale Irpef, nel secondo di tasse per servizi che si richiedono al Comune, come l’occupazione di suolo pubblico.

Diventa a questo punto interessante aggiornare la nostra classifica, e vedere qual è il grande Comune italiano che preleva coattivamente più ricchezza dai suoi cittadini contribuenti. Prima in classifica diventa quindi Roma, in cui ogni anno i cittadini danno mediamente €780 all’amministrazione comunale. A seguire Milano (€672,72) e Padova (€647,50).

In fondo alla classifica, fra i grandi Comuni italiani, troviamo Palermo (€225,06), Messina (€285,10) e Napoli (€326). Mediamente ogni cittadino delle 15 città prese in considerazione spende €500 all’anno in tasse e imposte.

 

Tasse e Imposte: i 15 Comuni italiani più popolosi (dati 2012)

Per approfondimenti: