Lorenzo Battista (Autonomie-PSI) e i tanti migranti al Senato

Il Sen. Battista è passato al Gruppo Autonomie-PSI. Eletto con il M5S è al suo secondo cambio da inizio Legislatura. A Palazzo Madama i transfughi sono già 78, un record rispetto il periodo 2008-2013.

La XVII Legislatura verrà certamente ricordata anche per i continui cambi di gruppi dei membri di Camera e Senato. Sembra infatti che fra i parlamentari di Palazzo Madama e di Montecitorio sia in atto una vera e propria gara, per ora il bollettino vede il Senato leggermente in vantaggio sulla Camera: 78 a 76.

Il Senatore Lorenzo Battista, come tutti gli eletti del Movimento 5 Stelle, è alla sua prima esperienza politica a livello nazionale. A fine febbraio è stato espulso dal Gruppo al Senato insieme a tre colleghi: Luis Alberto Orellana, Francesco Campanella e Fabrizio Bocchino.

Dopo una breve esperienza al Gruppo Misto, l’11 settembre scorso ha deciso di passare al Gruppo Autonomie-Psi. Su oltre 6600 votazioni elettroniche, il Senatore è stato assente solo 401 volte (6,02%), con un tasso di presenze (83,45%) ben oltre alla media del Senato. Membro della Commissione Difesa, ha al suo attivo 7 disegno di legge da primo firmatario.

Il dato sui cambi di gruppo fa abbastanza scalpore, basti pensare che nel primo anno e mezzo di Legislatura, ci sono già stati più cambi rispetto al quinquennio 2008-2013. Nella scorsa Legislatura, in 5 anni, i cambi erano stati 60, nell’attuale, da febbraio 2013, già 78.

 

Cambi di Gruppo al Senato: Bilancio fra “persi” e “vinti”

Per approfondimenti:

  • Federico

    Salve, vi mando solo 2 piccole precisazioni:
    1. “per ora il bollettino vede il Senato leggermente in vantaggio sulla Camera: 78 a 76.” Il dato clamoroso è la percentuale rispetto ai componenti, non il valore assoluto: il Senato ha il doppio dei migranti rispetto alla Camera in percentuale, dato con cui si misura la rilevanza politica.
    2. “A fine febbraio è stato espulso dal Gruppo al Senato insieme a quattro colleghi”. No erano 4 in tutto, quindi insieme a tre colleghi.
    Vi lego con molto interesse,
    Cordiali Saluti,
    Federico