Scambio Elettorale Politico-Mafioso: 416-ter torna al Senato

Con le modifiche approvate, il 416-ter torna al Senato. Ai 310 favorevoli si oppone solo il M5S con 61 voti. Tante le assenze alla votazione, 195 ovvero il 30% della Camera.

Approvato in testo unico alla Camera a Luglio, modificato al Senato a Gennaio, il 3 aprile la proposta di legge che mira a cambiare il 416-ter in materia di scambio elettorale politico-mafioso è stata nuovamente variata e tornerà quindi al Senato.

Un iter molto complesso che sta portando a molte discussioni nelle aule del Parlamento. Quello che emerge è che se a luglio la Camera votava in maniera compatta a favore della norma (100% di favorevoli con zero voti contrari), ora la situazione sta cambiando molto velocemente.

I sì sono passati da 503 a 310, i no sono saliti da zero a 61 e soprattutto gli assenti sono diventati 195 da 81. Insomma, il sostegno all’atto sta diminuendo, con molti Deputati che pur di non dimostrarsi contro il provvedimento, preferiscono defilarsi al momento della votazione.

Il 416-ter rimane al centro del dibattito politico, con almeno un altro passaggio parlamentare davanti a sé. Ad oggi solamente il Movimento 5 Stelle si è mostrato apertamente contro le modifiche apportate all’atto, ma non sorprenderebbe vedere sia il gruppo dei “no” che quello degli assenti crescere nelle prossime votazioni.

 

Il resoconto della votazione