ParlamentoCasadiVetro: Presidente Pietro Grasso ci stai?

Abbiamo scritto al Presidente della Senato, sen. Pietro Grasso, offrendo il nostro contributo per rendere più trasparente le istituzioni parlamentari.

Alla cortese attenzione del Presidente Sen. Pietro Grasso
e per conoscenza ai Membri del Consiglio di Presidenza
e della Giunta per il Regolamento del Senato della Repubblica

Roma, 16 maggio 2013

Gentile Presidente,
del suo discorso di insediamento ci ha colpito in particolare l’accento sulla trasparenza: “Sogno che quest’aula diventi una casa di vetro e che questa scelta possa contagiare tutte quante le altre istituzioni”.
Il suo sogno è anche il nostro perché la missione della nostra Associazione è aprire la politica e le istituzioni attraverso la partecipazione dei cittadini, come passaggio che riteniamo indispensabile per poter deviare dalla spirale patologica che affligge la nostra democrazia. Siamo convinti che la trasparenza e l’accesso alle informazioni pubbliche rilevanti siano il presupposto perché questo passaggio possa avviarsi, creando le condizioni per ristabilire relazioni tra governanti e governati, tra eletti ed elettori, che siano basate sul rispetto della dignità, dell’intelligenza e del diritto di sapere di ogni cittadino.

L’Associazione Openpolis crea strumenti per facilitare l’accesso della cittadinanza ai dati pubblici e la loro più ampia diffusione. La piattaforma web Openparlamento.it, in particolare, usa i dati di Camera e Senato per ridurre il più possibile la fatica che le persone non addette ai lavori devono affrontare per comprendere e seguire l’attività dei rappresentanti in Parlamento.
Il nostro lavoro si scontra però contro il limite grave costituito dalla oggettiva opacità dei lavori delle Commissioni parlamentari. Non essendo pubblici i dati essenziali che riguardano la presenza e soprattutto il voto dei Parlamentari nelle Commissioni, viene a mancare la possibilità di stabilire relazioni di responsabilità e di fiducia tra elettori ed eletti, proprio per la parte spesso determinante del processo di formazione delle leggi.

Per colmare questo vuoto, nella passata legislatura abbiamo cominciato a lavorare ad un progetto di riforma dei regolamenti che affermi il principio della piena pubblicità dei lavori di tutti gli organi parlamentari – commissioni, giunte e comitati oltreché dell’Assemblea. Al progetto hanno collaborato Parlamentari di vari gruppi, sia di maggioranza che di opposizione, nella prospettiva di una riforma che evidentemente non persegue finalità di parte. Ma non siamo riusciti a raggiungere l’attenzione e i consensi necessari. Tuttavia nella campagna elettorale l’impegno per la trasparenza è stato presente nei programmi di tutti i partiti, e, pur con diverse sfumature, è stata una delle priorità per cui è stato chiesto il voto degli elettori. La necessità e l’urgenza di concrete riforme per la trasparenza della politica e delle istituzioni sono condivise dagli organi di informazione e dall’opinione pubblica di ogni orientamento politico e culturale.

Infine le sue parole al momento dell’insediamento, unite a quelle del Presidente della Camera per fare “di questa Camera la casa della buona politica. Rendiamo il Parlamento e il nostro lavoro trasparenti”, ci hanno convinto a lanciare la nostra campagna per utilizzare questa dichiarata convergenza di intenti per avviare una riforma la cui realizzazione dipende solo dalla reale volontà della maggioranza dei Deputati e dei Senatori.

Con l’avvio della campagna “Parlamento Casa di Vetro” stiamo raccogliendo le adesioni dei Parlamentari (al momento 101 Deputati e 27 Senatori, elencati sul sito parlamentocasadivetro.openpolis.it) su una proposta che si basi su questi punti:
– pubblicità dei lavori di tutti gli organi parlamentari (con le eccezioni previste dai Regolamenti per la trattazione di materie particolari)
– introduzione del sistema di voto elettronico nelle Commissioni (e ove è il caso nelle Giunte, Comitati), come già avviene per l’Assemblea
– pubblicazione dell’esito delle votazioni nelle Commissioni (Giunte e Comitati)
– registrazione e pubblicazione delle presenze sia in Aula che in Commissione (Giunte, Comitati) anche ai fini del calcolo della diaria riconosciuta ai Parlamentari
– possibilità di pubblicità integrale con resoconto stenografico e diretta video su richiesta di un numero minimo di componenti della Commissione.

L’obiettivo è associare la trasparenza alla valorizzazione del lavoro politico e del ruolo istituzionale che i Parlamentari sono chiamati a svolgere all’interno delle Commissioni.
Intendiamo coinvolgere Parlamentari di ogni gruppo per la stesura e la condivisione di un testo di riforma del Regolamento che possa raccogliere il consenso del maggior numero possibile di Senatori. Per facilitare questo percorso e nella speranza di poter collaborare alla realizzazione in tempi brevi di una riforma i cui obiettivi sono condivisi da tutti, le chiediamo pertanto la disponibilità per un incontro di approfondimento.

Grazie per l’attenzione.

Cordialmente,
Vittorio Alvino
Presidente
Associazione Openpolis

Raccomandata inviata il 17 aprile 2013

  • mauro

    spero che l’italia diventi una nazione di vetro