Bloccato il tentativo di imbrogliare il voto in openparlamento sul ddl S1142

Dopo avere osservato nel tempo l’andamento anomalo dei votazioni degli sul DDL. S.1142 sulla Istituzione degli ordini e albi delle professioni sanitarie, abbiamo verificato che buona parte di quelli contrari sono da attribuirsi ad utenze fittizie, generate automaticamente da un software apposito.
Data la grande partecipazione al dibattito che da mesi si sviluppa in openparlamento sul DDL S.1142, qualcuno ha pensato bene di distorcerne il senso e la rappresentatività con una massiccia infornata di voti tutti contrari (circa 1000 su un totale di 1.300 circa).
Dato che un simile comportamento è palesemente contrario alla logica di un confronto trasparente e democratico e viola, tra l’altro, il Regolamento del nostro sito che proibisce l’attribuzione di falsa identità, abbiamo proceduto a cancellare gli utenti fittizi e a rimuovere il loro voti. Di conseguenza le percentuali di favorevoli e contrari risultano pesantemente modificate.
Non siamo in grado – per ragioni tecnico-giuridiche – di risalire ai responsabili del fatto, ma, per evitare che cose del genere si ripetano ancora, abbiamo modificato la procedura di registrazione, introducendo un passaggio aggiuntivo – purtroppo a questo punto necessario – che impedisce le iscrizioni automatiche.

Chiediamo scusa a tutti gli utenti che sinora hanno perso parte a dibattito civile e appassionato sul disegno di legge, con moltissimi commenti informati, note puntuali al testo e votazioni, e li invitiamo a proseguire il loro confronto, con l’impegno, da parte nostra, a continuare la vigilanza molto da vicino…
Buona partecipazione a tutte/i!

  • Ordine

    E’ inaudito ciò che leggo stamani all’apertura del Sito Openpolis…non ci sono parole sufficienti per esprimere l’amarezza provata…ma per fortuna che il diavolo fa le pentole e dimentica i coperchi…Grazie per aver sventato una così meschina manovra, in un momento così importante per chi onestamente fa il proprio lavoro e che si batte da sempre per il raggiungimento dell’Ordine e dell’Albo.

  • Francesco Castracane

    Sono veramente adirato per il comportamento scorretto e mafioso di alcuni colleghi, che non essendo in grado di sostenere un leale e sereno confronto, preferiscono imbrogliare.
    Un ringraziamento va a tutti coloro che hanno partecipato in maniera corretta alla discussione e ai gestori del sito che hanno provveduto a sventare questo disegno criminoso.

  • Lorena Ferdenzi

    …SENZA PAROLE!
    Complimenti agli amministratori del sito.
    Le persone che hanno escogitato una truffa del genere meritano di essere identificate e trascinate in tribunale.

  • rosario de falco

    Una operazione del genere non può che avere contenuti strategici con interessi direttamente personali! Ad esempio un operatore non abilitato ma bravo informatico.
    Naturalmente complimenti agli amministratori del sito.

  • erminia mascitelli

    Rabbia e amarezza : queste sono i primi pensieri di questa mattina. Anni di lavoro certosino a tutti i livelli per tentare di ottenere quello che per noi, professioni sanitaria è un diritto! Grazie a coloro che hanno smascherato questi impostori e un grazei particolare a quanto hanno partecipato in modo corretto e trasparente alla discussione

  • andrea bonifacio

    Credo che con questa notizia si sia toccato il fondo!Nel mio piccolo avevo avuto dei dubbi….. grazie di cuore a chi si è impegnato per evitare questo atto di vandalismo telematico.In ogni caso questa è la riprova che nessuno potrà fermarci, con le buone o con le cattive!

  • marco

    Se volessimo indicare i responsabili di questo imbroglio potremmo scegliere in una vasta “rosa” di candidati…

  • carmelo

    Non ci sono Parole. Intanto ringrazio i responsabili del sito per aver sventato una truffa che avrebbe potuto pregiudicare definitivamente l’approvazione del disegno di legge, tanto atteso da 22 professioni sanitarie.
    Chiedo comunque ai responsabili di verificare seriamente l’ipotesi di una più approfondita indagine magari tramite la sicurezza postale, per individuare e denunciare i responsabili della truffa.

  • irene riccitelli

    incredibile…! innanzi tutto grazie agli amministratori del sito e di conseguenza una preghiera: tentare di smascherare i truffatori e rendere noti i loro nomi! grazie

  • Mara

    le cose serie diventano “beffe”

  • Lucio

    questo sito si conferma una fonte seria e attendibile.

  • Alessandro

    a proposito di “pianisti”: sembrerebbe che in parlamento il problema sia stato risolto con un sistema di voto che rileva le impronte digitali http://www.youtube.com/watch?v=TdeMDyc4JjE ma mi chiedo se tutti questi signori qui http://www.youtube.com/watch?v=G4L6xvOBsZE , riconoscibilissimi, sono stati perseguiti a norma di legge per truffa ai danni dello stato…

  • vanna

    siamo ancora, purtroppo, il paese dei furbi.
    non arrendiamoci però e continuiamo a credere di poter cambiare

  • Nila Brandi

    Grazie a chi continua ad impegnare il proprio tempo e le proprie energie per l’approvazione di questo disegno di legge e che si trovano a doverci tutelare anche da truffe del genere invece che confrontarsi su un piano di leale dibattito. Sono sempre più stupita di come il riconoscimento e la tutela della nostra professionalità nell’interesse degli utenti sia così contrastata. Ma facciamo veramente così tanta paura?

  • maria rita amato

    Ah gia’l’Italia,il paese dei balocchi!

  • catia guidi

    VERGOGNOSO!!!!! nei confronti di tutte le persone oneste….